Chi gioca ai videogiochi (e quali preferisce): nuove statistiche per l’Italia

videogiocatori

Aesvi e Gfk hanno rilasciato una serie di nuove statistiche sul mercato dei videogiochi in Italia, un ricco comparto che ha chiuso il 2015 con un giro d’affari complessivo pari a quasi un miliardo di euro (952.172.036 euro) e un trend in crescita del 6,9% sul 2014. Ma non solo: le statistiche diffuse sono relative anche al profilo del videogiocatore medio. Insomma, in Italia chi gioca ai videogiochi? E quali preferisce?

Cominciamo con un dato di sintesi: se la popolazione italiana superiore ai 14 anni è pari a 51.251.000 unità, a giocare sono 25.448.000 persone sopra i 14 anni, ovvero il 49,7% della popolazione interessata. Si scopre inoltre che a giocare sono in misura identica uomini e donne, e che la fascia di videogiocatori più rappresentata è quella tra i 35 e i 44 anni. Il che, come anticipato da tante altre ricerche in materia, sta a significare che l’ago temporale di chi usufruire dei videogiochi si sta spostando verso una zona di maggiore maturità. A conferma di ciò, il fatto che dietro i 35-44 enni (24,3% della popolazione videogiocatrice) non c’è la fascia di età immediatamente più giovane, bensì quella immediatamente più anziana (i 45-54 enni, per il 20,1% della popolazione videogiocatrice). Per quanto concerne le altre fasce, seguono quella dei 25-34 anni con il 18,1%, quella dei 18-24 anni con il 12,1%, quella dei 55-64 anni con il 10,3%, quella dei 65+ anni con l’8% e quella dei 14-17 anni con il 7,1%. Per quanto attiene la ripartizione per aree geografiche, a giocare sono soprattutto il Sud e le Isole (33,1% ma a fronte di una popolazione del 34,3%), seguiti dal Nord Ovest (28,7% con popolazione del 26,6%), Centro (21,6%) con popolazione del 19,9% e Nord Est (19,3% con popolazione del 19,2%).

Passando ora ai generi ludici, quello più affezionato è certamente l’action / adventure, con una quota di volume del 31,7%, davanti agli sportivi (22,8%), agli shooter (14%), ai giochi di ruolo (9,5%), ai giochi di corsa (6,3%). Sotto il 3% cad. le quote relative a giochi musicali, simulatori, giochi per bambini, avventure classiche, salta & corri, arcade, strategia, ecc.

Emerge infine che sul totale di unità console vendute (1.029.577) nel 2015, il 78% è domestica (806.323) mentre il 22% è mobile (223.254).